Realizzare un sogno, visitare l’Australia: come ottenere il visto

Realizzare un sogno, visitare l'Australia: come ottenere il visto

Australia, che passione: se amiamo i paesaggi incontaminati in cui la natura è ancora selvaggia, se il nostro sogno è quello di nuotare con i delfini e di vedere i canguri dal vivo, questo continente ci offre tante occasioni per una vacanza indimenticabile. Le grandi metropoli australiane, inoltre, come Melbourne e Sidney, ci danno la possibilità di visitare musei e luoghi di attrazione, discoteche e locali alla moda. Se abbiamo deciso di visitare questo continente suggestivo, abbiamo bisogno di un particolare permesso di ingresso, facilmente recuperabile on – line. Ecco tutto quello che c'è da sapere per un soggiorno sereno nel continente australiano.

In volo verso l'Australia

Visitando il sito http://www.australia-eta.com/ possiamo ottenere il visto Australia personalizzato al nostro specifico caso, diviso in E – Visitor, rivolto ai cittadini della Comunità Europea, e visto ETA Australia, dedicato a tutte quelle persone che vivono nei paesi extraeuropei e in altri continenti del mondo.
Andiamo a scoprire quali sono le differenze e le analogie tra questi due permessi di ingresso.

Visto E – Visitor per l'Australia

È sicuramente il visto per Australia più accessibile, dedicato a tutti i cittadini che vivono all'interno della Comunità Europea.
Si compila con la domanda di richiesta elettronica e si ottiene on – line, non è necessario recarsi in alcun ente, ambasciata o autorità e non serve alcun timbro sul passaporto.

Con questo tipo di visto Australia è concesso recarsi nel continente per motivi di lavoro e di studio, e per turismo, per una durata massima di 3 mesi, da usufruire entro un anno dalla sua emissione, pena la scadenza.

È importante ricordare che con il visto Australia E – Visitor non è permesso lavorare e visitare il continente per scopo di lucro, o intraprendere qualsiasi attività retribuita.
Invece, è permesso cercare lavoro, avviare delle indagini di mercato, firmare o revisionare dei contratti commerciali e partecipare a workshop, corsi di aggiornamento, fiere, congressi e seminari che possano valorizzare il nostro curriculum e il nostro background culturale.

In sintesi, il visto Australia E – Visitor si divide in:

  • Visto Australia E – Visitor Turistico: consente di recarsi per una vacanza, per andare a trovare amici e parenti, o per studiare, per una durata massima di 3 mesi;
  • Visto Australia E – Visitor Business: consente di approdare nel continente per motivi lavorativi non retribuiti, stringere patti commerciali, partecipare a seminari e workshop, aprire indagini di mercato per un lavoro futuro e per arricchire il proprio curriculum e la propria esperienza professionale.

Visto Australia ETA dedicato ai cittadini extraeuropei

È il visto Australia che si rivolge a tutte le persone che risiedono fuori dall'Europa e in altri paesi del mondo.
Per ottenere questo visto, la cui sigla sta per Eletronic Travel Authority, è obbligatorio essere in possesso di un passaporto regolare e valido, emesso da questi paesi:

  • Stati Uniti d'America USA
  • Canada
  • Giappone
  • Malesia
  • Singapore
  • Brunei
  • Corea del Sud

Questo visto non permette nessun tipo di assicurazione medica, a meno che esistano delle agevolazioni concesse dal Governo Australiano.
Con il permesso di ingresso ETA è possibile visitare l'Australia per una vacanza e per motivi di business, per una durata massima di 3 mesi, entro un anno dall'emissione del visto.
Non è concesso lavorare, essere retribuiti e recepire uno stipendio, ma ci si può recare in Australia per partecipare a seminari, workshop e corsi di aggiornamento per arricchire il proprio bagaglio professionale, firmare o revisionare contratti commerciali.
Inoltre, si può partecipare ad audizioni e concorsi.

Cosa dobbiamo sapere di più per viaggiare tranquilli

Sintetizzando, possiamo concludere dicendo:

  • con entrambi i visti ci si può trattenere per un massimo di 3 mesi, entro un anno dell'emissione del permesso;
  • non è concesso lavorare ed essere retribuiti, pena la revoca del visto Australia di entrambe le tipologie;
  • è possibile richiedere un rinnovo del visto rivolgendosi alle autorità competenti.

Come richiedere il visto in poche semplici mosse

Prima di tutto, dobbiamo avere sotto mano il nostro passaporto regolare e valido, la nostra carta di credito e dobbiamo essere provvisti di una casella di posta elettronica.

Quindi, colleghiamoci al sito https://www.australia-eta.com/it/richiedi-il-visto e compiliamo la domanda in modo esauriente in tutte le sue parti.
Una volta accolta la richiesta, riceveremo una notifica presso l'indirizzo della nostra casella di posta elettronica.
I tempi per il rilascio del visto Australia che fa al caso nostro dipende dai tempi burocratici e dai controlli di default, quindi è importante pensarci almeno due settimane prima della nostra presunta partenza.
A questo punto, è bene conoscere quali sono i limiti doganali imposti dalle autorità australiane.

Passata la dogana, buon viaggio!

Se siamo in regola con il nostro visto Australia e con tutti i nostri documenti, è ora di preparare i bagagli ma dobbiamo ricordare che alcuni oggetti, come profumi e pellicce, sono regolamentati severamente dalle autorità australiane, come tutti gli oggetti acquistati fuori dal Paese. Questa accortezza è per prevenire contaminazioni e occasioni di crimine e contrabbando.